Valtellina Superiore Inferno Mazer 2008 – Nino Negri

Siamo in Valtvaltellina terrazzamentiellina e ci troviamo a nord del lago di Como nella provincia di Sondrio. Un territorio dai paesaggi spettacolari, protetto dal freddo a nord dalla imponente catena montuosa delle Alpi Retiche e l’Azienda Nino Negri, fondata nel 1897, con i suoi 36 ettari vitati si identifica in armonia storica e culturale in questo sistema. Impossibile non riflettere sulla storia, sull’ingegno, la sopravvivenza e la passione che si è tradotta in viticoltura eroica: TERRAZZAMENTI, molto ripidi, ad un’altezza che arriva fino a 500 metri, con muri a secco in sasso che sostengono i ronchi vitati costruiti alcuni millenni fa per permettere la coltivazione, su terreni sabbiosi poco profondi, a tessitura sciolta, le piante allevate a guyot, soltanto a mezzogiorno e una vendemmia effettuata rigorosamente e per forza di cose a mano. Ed è qui che l’Azienda Nino Negri con l’enologo Casimiro Maule produce i suoi vini, raggiungendo l’apice con il rinomato Sfursat 5 Stelle, producendo il vino oggetto della degustazione “Mazèr” che in dialetto locale si traduce in “bello, buono e generoso”, con la selezione di Nebbiolo 100% (Chiavennasca). Come riporta la scheda tecnica un 20% dei grappoli viene posto a leggero appassimento di 40 giorni e dopo la fermentazione affina in piccole botti di rovere francese per 16 mesi, mentre il restante 80%  matura per 20 mesi in botti di rovere francese da 30 a 50 hl.

foto(3)MAZER 2008 – NINO NEGRI – prezzo: circa 20 euro. Si presenta limpido e consistente, di un colore rosso granato compatto e con una trasparenza coerente con la tipicità del vitigno nebbiolo (chiavennasca). Al naso è intenso, complesso e fine, si riconoscono gli aromi fruttati di mirtilli, ribes e ciliegia, poi sentori di sottobosco, note erbacee selvatiche, amarognole e piacevoli, speziato con profumi di caffè tostato e cacao. In sostanza ci troviamo di fronte ad un’ottima fattura degli aromi. In bocca si sente in primo luogo la grande freschezza, il vino è caldo relativamente all’alcol, sapido, con un tannino ben integrato e poco energico. Una bevuta più che piacevole per una bottiglia non ancora matura e di conseguenza abbastanza armonica. Punteggio ad oggi 86100.

Il tappo

4 Comments

Lascia un commento