Pinot Nero – Vieilles Vignes Bourgogne 2010 – Perrot-Minot

PINOT-NOIRIeri ho dedicato la serata al Pinot Noir, queste uve rese affascinanti qualche anno fa dal triste “Miles” (Paul Giamatti) nel celebre film “Sideways“, ma soprattutto dalle recenti lezioni presso l’Associazione Italiana Sommelier.
Siamo in Borgogna e parliamo del territorio che si sposa alla perfezione con questo vitigno. Il Pinot Nero dicono debba essere trattato con molta delicatezza. Per caratteristiche matura precocemente e per fissare i propri aromi in maniera notevole ha bisogno di un clima freddo, con escursioni termiche nei mesi chiave e terreni calcarei su pendici collinari. In Italia purtroppo non abbiamo le condizioni climatiche per poter competere con l’eccellenza francese, per non parlare di una cultura storica del vino che è più avanti di qualche secolo rispetto alla nostra, tuttavia raggiungiamo buoni risultati.

foto 2L’AZIENDA: La scelta di un vino francese non è stata semplice, per inesperienza evidentemente, ma soprattutto perchè le Aziende blasonate e i Grand Cru francesi si attestano su fasce di prezzi molti alti. Perrot-Minot è una cantina storica, si trova a Morey Saint-Denis nella famosa Route des Grands Crus e nasce intorno al 1850. Rispetta il frutto in vinificazione e maturazione, produce Premier CRU e Grand Cru di eccellenza ed è altresì orgogliosa della propria attività di “negoce” creata nel 1999, tramite l’acquisto di uve da denominazione che rientrano nella filosofia dell’Azienda e rispettano criteri rigorosi di qualità. In questo caso il vino degustato,  è stato prodotto tramite l’attività di negoce sopra citata e le uve selezionate provengono da “vieilles vignes” con una bassa resa. Il prezzo oscilla intorno ai 30 euro (in Italia ovviamente).

foto(5)

IL VINO: è limpido, si presenta di colore rosso rubino con una trasparenza che rispecchia altamente la tipicità di questo vitigno dalla buccia sottile e che non fa dell’estrazione dei coloranti la propria caratteristiche. AL NASO è intenso, complesso dagli aromi gradevoli. Si riconoscono nitidamente i frutti rossi come ribes, fragola e ciliegia, la componente floreale ricorda la violetta, molto nette anche le note ferrose ed ematiche, le note erbacee ed un leggero speziato. IN BOCCA è secco, caldo e morbido, un vino elegante forse non del tutto integrato con la sua acidità leggermente elevata, poco tannico e sapido. Il palato è molto coerente con la gioventù dell’annata 2010, ritroviamo i frutti a bacca rossa ma più freschi e abbastanza delicati, il ribes, la fragola e la nota ferrosa. Si tratta di un vino abbastanza equilibrato, intenso, persistente e fine, pronto ed abbastanza armonico che al palato ha sicuramente bisogno di crescere qualche anno. Una bellissima bevuta.

IL TAPPO: L’Azienda Perrot-Minot presta una cura particolare alla selezione dei tappi di sughero per offrire una qualità eccellente. I tappi sono rigorosamente testati da un laboratorio indipendente nella località di Beaune.

3 Comments

Lascia un commento